Show simple item record

dc.contributor.authorEmili EA
dc.contributor.editorEmili E
dc.date.accessioned2019-03-08T08:20:53Z
dc.date.available2019-03-08T08:20:53Z
dc.date.issued2016
dc.identifier.isbn978-88-8415-158-2
dc.identifier.urihttp://hdl.handle.net/10863/9050
dc.descriptionContributo in volume (Capitolo o Saggio)en_US
dc.description.abstractNel curricolo scolastico, come auspicato nell’Index for Inclusion, devono trovare spazio risorse spesso ritenute marginali, seppur arricchenti. Per arrivare a questo risultato i docenti devono collaborare tra loro, facendo dialogare i saperi grazie ad una progettazione flessibile ma rigorosa che vada incontro a differenti strategie e stili di apprendimen­to. I docenti non devono più progettare pensando ad uno studente “medio”, pro­ponendo quindi “un abito di taglia unica” per tutti, bensì progettare in un’ottica di valorizzazione delle differenze e potenzialità individuali. Un contesto educativo che dia il giusto spazio a nuove forme di mediazione che sostengano gli studenti nel loro percorso formativo, creino ponti, abbattano ostacoli alla partecipazione e favoriscano la creazione di nuove connessioni e opportunità.en_US
dc.languageItalian
dc.language.isoiten_US
dc.publisherLibriliberien_US
dc.relation
dc.rights
dc.titleI mediatori nella didattica inclusivaen_US
dc.typeBook chapteren_US
dc.date.updated2019-03-08T03:01:04Z
dc.publication.titleLinguaggi per una scuola inclusiva
dc.language.isiIT-IT
dc.description.fulltextnoneen_US


Files in this item

FilesSizeFormatView

There are no files associated with this item.

This item appears in the following Collection(s)

Show simple item record