Show simple item record

dc.contributor.authorCaprara B
dc.contributor.authorConsalvo G
dc.contributor.authorTurco R
dc.contributor.editor
dc.date.accessioned2017-11-20T14:27:37Z
dc.date.available2017-11-20T14:27:37Z
dc.date.issued2017
dc.identifier.urihttps://it.pearson.com/content/dam/region-core/italy/pearson-italy/pdf/Docenti/Scuola primaria/Primary Times/DOCENTI - SP - Primary Times - 56.pdf
dc.identifier.urihttp://hdl.handle.net/10863/4021
dc.description.abstractPer Maria Montessori il linguaggio è un elemento fondamentale della dimensione umana e sociale, tanto da metterlo al centro, oltre che delle sue riflessioni, anche di un’attenta analisi scientifica. È espressione del funzionamento globale della persona e benché lo definisca una ‘predisposizione psichica interna’, ritiene che il suo sviluppo dipenda in larga parte dalle esperienze che l’individuo compie nell’ambiente. Il linguaggio, infatti, coinvolge anche la sfera sociale dell’individuo, ne rappresenta addirittura la base ed è grazie ad esso che gli esseri umani possono mettersi in relazione gli uni con gli altri e comprendersi. Il linguaggio è anche pensiero, e favorire il suo sviluppo significa aiutare la costruzione di tutte le strutture cognitive.en_US
dc.language.isoiten_US
dc.rights
dc.titleLa scoperta dell’inglese: ipotesi per la costruzione di un lapbook Montessorianoen_US
dc.typeArticleen_US
dc.date.updated2017-07-31T10:20:45Z
dc.publication.title
dc.language.isiIT-IT
dc.journal.titlePearson Primary Times
dc.description.fulltextinternalen_US


Files in this item

FilesSizeFormatView

There are no files associated with this item.

This item appears in the following Collection(s)

Show simple item record