Show simple item record

dc.contributor.authorCaprara, B
dc.date.accessioned2017-06-14T12:17:00Z
dc.date.available2017-06-14T12:17:00Z
dc.date.issued2015
dc.identifier.issn0042-7241
dc.identifier.urihttp://hdl.handle.net/10863/2487
dc.description.abstractIn questo contributo presentiamo alcune delle istanze rivoluzionarie e, diremmo, geniali, della proposta educativa di Maria Montessori, che con il suo impiego dello spazio e l’uso del movimento precorre i tempi e offre soluzioni a problemi dei nostri giorni. Montessori comprende che chi è educato non può rimanere passivo, ma deve interagire con chi lo educa, e che tale interazione non può essere statica né solamente concettuale, ma dinamica e integrale. Si tratta di un’integralità data da una concezione unitaria della persona, fatta non solamente di spirito e di intelligenza, ma di un corpo, al quale lo spirito è inseparabilmente unito e che è per esso strumento di apprendimento, motivo di concretezza, occasione di relazione e di scoperte sempre nuove. Questa positiva interazione tra spirito e corpo va valorizzata in chiave educativa, traducendosi in un rimando reciproco tra nozioni ed esperienza, il quale faccia sperimentare ai bambini che andare a scuola significa imparare a vivere, e che stare in contatto con la natura, apprezzandone la bellezza, cogliendone i colori e gli odori, rappresenta una scuola di vita, dalla quale si deve sempre imparare.en_US
dc.language.isoiten_US
dc.titleColtiviamo il benessereen_US
dc.typeArticleen_US
dc.date.updated2016-05-26T08:10:58Z
dc.journal.titleVita dell'infanzia
dc.description.fulltextinternalen_US


Files in this item

FilesSizeFormatView

There are no files associated with this item.

This item appears in the following Collection(s)

Show simple item record